Archive for the ‘politica’ Category

DELUSIONI STORICHE (settembre 18, 2015)

venerdì, maggio 17th, 2019

1969: i primi uomini sulla Luna. Da allora ad oggi, lo spazio offre solo shows.
1989: cade il muro di Berlino. Risultato: nasce la nuova potenza tedesca.
1991: collasso sovietico e fine della guerra fredda. Sorge l’impero planetario degli Usa.

SALVEZZA DELL’ITALIA (settembre 16, 2015)

lunedì, maggio 13th, 2019

Natura e cultura, non manifattura.

DITTATURA (settembre 14, 2015)

venerdì, maggio 10th, 2019

La dittatura è un regime che non richiede solo obbedienza, ma anche adesione convinta.

TERRORISTI? (maggio 21, 2015)

lunedì, aprile 1st, 2019

Molti sono preoccupati dei terroristi che possono arrivare via mare, come finti profughi.
Nessuno si chiede quanti sono quelli che prima di partire hanno seppellito moglie e suocera.
Quanti sono quelli che hanno rapinato una banca e sono scappati col malloppo.
Quanti sono quelli che facevano i torturatori per Gheddafi.

LA RETORICA DEL 25 APRILE (aprile 23, 2015)

mercoledì, marzo 20th, 2019

I poveri martiri della resistenza, sono morti per liberare l’Italia dai tedeschi.
I tromboni di regime li commemorano mentre svendono l’Italia ai tedeschi.

PER GLI ADORATORI DELLA LEGALITA’ (aprile 22, 2015)

lunedì, marzo 18th, 2019

Ricordate che le “leggi razziali” erano assolutamente legali.

I TEDESCHI (marzo 17, 2015)

domenica, febbraio 24th, 2019

Nel secolo scorso hanno scatenato due guerre mondiali che hanno fatto 70/80 milioni di morti, e noi ancora stiamo in ginocchio davanti a loro.

IL GIORNO DELLA MEMORIA (marzo 3, 2015)

giovedì, febbraio 21st, 2019

Ci vuole un bel coraggio a commemorare il Giorno della Memoria, e poi inginocchiarsi davanti alla Merkel.

RAZZISMO AL CONTRARIO (febbraio 20, 2015)

martedì, febbraio 19th, 2019

Siccome Obama è di colore, è meglio di Bush o di Clinton. Intanto Guantanamo è ancora aperta e L’Aquila aspetta ancora gli aiuti promessi dal premio Nobel 6 anni fa.

IPOCRISIA (gennaio 22, 2015)

giovedì, gennaio 31st, 2019

 

Con che coraggio ricordiamo l’Olocausto e poi andiamo in ginocchio dalla Merkel? Molti tedeschi che mettevano la legna nei forni sono ancora vivi!